Psicologia delle scarpe. Dimmi che scarpe indossi…

Psicologia delle scarpe. Dimmi che scarpe indossi e ti dirò chi sei. Quali sono i significati psicologici delle scarpe? Perché le scarpe sono così importanti per noi? Quali simboli si nascondono dietro un paio di scarpe?

 

Psicologia delle scarpe: le scarpe come sogno

Con abiti e scarpe mettiamo in scena la rappresentazione “da palcoscenico” del nostro sé.  Motivazioni, identità, valori, atteggiamenti, personalità, stile di vita si intrecciano tra loro creando infinite possibilità di esprimersi attraverso la moda.

Ogni persona è una storia a sé, e ogni storia parla attraverso la moda. Ognuna può decidere come creare l’opera d’arte del proprio sé, mostrando all’esterno ciò che ha dentro.

Dalla scarpetta di Cristallo che ha cambiato la vita a Cenerentola, facendole incontrare il principe azzurro, alla iconica Hangisi blu di Manolo Blahnik, che Big mette ai piedi di Carrie per chiederla in sposa (in Sex and the City the Movie), le scarpe ci fanno sognare e ci aiutano a raggiungere gli obiettivi. Successo, Potere, Fronteggiamento, Autonomia, Esibizione, Gioco, Eleganza, Cambiamento, Creatività, sono alcuni degli obiettivi che le scarpe ci aiutano a raggiungere.

Come dice Carrie in Sex and the City: “Così tante scarpe, e solo un paio di piedi”!

 

Psicologia delle scarpe. Cosa comunicano i piedi

Partiamo dal piede che le scarpe rivestono. I piedi sostengono il nostro corpo, ci tengono ancorati a terra e permettono il movimento. Sono una fonte di messaggi non verbali che sfuggono all’attenzione cosciente e sono meno sotto controllo. Cosa comunicano i piedi? Sollevare o tendere il piede comunica interesse, così come orientarli verso qualcuno. Incurvare e tendere le dita dei piedi indica apprensione, tensione, mentre sollevare il tallone comunica un desiderio di fuga e di essere altrove.

 

Psicologia delle scarpe. L’importanza delle scarpe

Quando poi calziamo le scarpe, il nostro piede parla di noi, di chi siamo e di chi vorremo essere. Scegliere una scarpa è raccontare qualcosa di noi stessi, e siamo consapevoli della sua importanza.

In un sondaggio fatto qualche anno fa dal quotidiano britannico Daily Mail, nel quale furono intervistate 1000 donne (attraverso Tszuji sito di vendita di scarpe on line), il 92% delle intervistate ricordava perfettamente il primo paio di scarpe acquistate con i propri soldi (e solo il 63% ricordava con precisione il nome del ragazzo a cui avevano dato il primo bacio!), il 96% mostrava inoltre dispiacere per aver buttato via un paio di scarpe.

Che sia come dice Carrie in Sex and the City? “Gli uomini forse non li conosco. Ma le scarpe, le scarpe le conosco”!

                                                                                      Al T Fondaco dei Tedeschi by DFS di Venezia

Psicologia delle scarpe. Il significato delle scarpe

Sul piano manifesto l’importanza delle scarpe è dovuta anche allo stile di abbigliamento sempre più destrutturato e casual che ha bisogno di accessori, e delle scarpe in particolare (come sostiene Tamara Mellon!) per essere completato con un tocco di originalità. Le scarpe contribuiscono infatti a comunicare particolarità, unicità e a definire la nostra identità personale.

Sul piano latente, il piede e il tacco sono un simbolo fallico, mentre la scarpa simboleggia la vagina.

Le scarpe parlano di sesso, di potere, di identità. Quando saliamo sui tacchi ci libriamo da terra, ci alziamo, ci proiettiamo verso l’alto. Le scarpe diventano in questo modo una premessa erotica, aumentando la consapevolezza di sé e del proprio corpo, e simboleggiano l’attività sessuale e il piacere.

Come sostiene Madonna, le scarpe: “sono belle come il sesso, ma durano di più”!

Sono un linguaggio che collega corpo e psiche, e ci aiutano ad avvicinarci all’immagine perfetta di noi (che sul piano inconscio trova origine nel corpo di nostra madre).

Le scarpe sono come un transfert che attualizza sentimenti, emozioni, cognizioni. Attraverso gli abiti e gli accessori l’inconscio e l’identità si trasformano in un manifesto da indossare.

 

Psicologia delle scarpe. Un accessorio per le nostre diverse identità

Non c’è nessun accessorio in grado di esprimere, con la stessa versatilità delle scarpe, la nostra identità. Ognuno di noi possiede una molteplicità di sé che utilizza in contesti diversi della vita: ad esempio, un sé lavorativo, un sé seduttivo, un sé sportivo, un sé genitoriale, un sé privato (e molti altri ancora in base ai nostri ruoli). Non occorre necessariamente cambiare abito per comunicare un diverso sé (anche perché spesso ci manca il tempo per farlo!), basta cambiare soltanto il tipo di scarpa o di tacco.

Partendo ad esempio da un look basico come pantaloni skinny e camicia, possiamo dare di noi una immagine più sensuale e aggressiva semplicemente togliendo sneakers o ballerine e calzando un sandalo con tacco 12. Il classico tubino nero con tacchi medi a rocchetto comunica di noi eleganza, sobrietà, stabilità, e se invece lo abbiniamo a pumps rosse fiammanti con tacco vertiginoso, comunichiamo passione, energia e dominanza. Stessa cosa per le scarpe maschili: via le sneakers, scattanti, giovani, veloci, sostituite con un mocassino stiloso o una scarpa allacciata, perfettamente lucidata, che comunica sensualità, eleganza, affidabilità. O naturalmente l’inverso, via il tacco a favore delle sneakers, per sembrare più tonici e rilassati.

Emblematica la scena di Sex and the City. The Movie, quando Carrie, che cerca un assistente, incontra i candidati. Uno di questi è Paul, laureato in finanza a Princeton, vestito in divisa manageriale: un serioso completo grigio gessato, camicia bianca e cravatta. La sua immagine parla di economia, finanza e ruoli manageriali e appare lontana dal mondo della moda. Ma poi, guardando sotto il tavolo…  scopriamo che calza un paio di favolose décolleté rosa! Una scarpa può fare la differenza!

Abiti e tacchi il potere della moda

Come ho scritto nel mio libro Abiti e tacchi. Il potere della moda:

“Il significato delle scarpe va interpretato in relazione all’identità personale, all’identità sociale, alle mode dominanti nel gruppo di appartenenza, al lifestyle. Narrano la mediazione tra il principio del piacere (voglio!) e il principio di realtà (posso?), e tra il sé reale (come sono), quello ideale (come vorrei essere) e quello imperativo (come devo essere!). Permettono inoltre di giocare con la molteplicità dei nostri sé, e di passare da un ruolo ad un altro, ad esempio, da quello di donna romantica a quello di dominatrice, semplicemente sfilando una ballerina e calzando degli stivali dal tacco vertiginoso! Alcuni le definiscono un totem della libido perché parlano di sessualità: sussurrata, affermata, negata” (Paola Pizza, Abiti e tacchi. Il potere della moda, QuiEdit, Verona, p. 57).

 

I tacchi fanno anche bene alla salute?

La dr.ssa Maria Cerruto, amante delle scarpe e urologa all’Università di Verona, in una ricerca (pubblicata nel 2008 sulla rivista European Urology) ha dimostrato come i tacchi alti sviluppino i muscoli pelvici contribuendo a dare maggiore eccitazione sessuale e ad aumentare il piacere. “Adorando le scarpe con il tacco, ho voluto cercare qualcosa di positivo in loro e alla fine ho raggiunto il mio obiettivo, scoprendo che i tacchi influiscono sull’attività della zona pelvica”, racconta al Corriere.it

 

Clicca qui per ascoltare la mia intervista a Radio Cusano Campus Dimmi che scarpe indossi e ti dirò chi sei (7 marzo 2019, h 11.45)

Vuoi continuare il viaggio tra i significati psicologici delle scarpe? Leggi anche gli altri miei post sulle scarpe:

 

Tacchi alti come identità – I’m not Cinderella, I just love shoes

Passione per le scarpe

Passione per i tacchi

Passione per gli stivali

Passione per gli anfibi

Passione per le Ballerine

Passione per i seducenti sandali

Ugg passione

Sneakers passione

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *