Share
" />
Back to home
in I love shoes

Tacchi alti come identità. I’m not Cinderella i just love shoes

  • 18 Novembre 2018
  • By Paola Pizza
  • 0 Comments
Tacchi alti come identità. I’m not Cinderella i just love shoes

Tacchi alti che parlano della donna che li indossa, che esprimono identità, che svelano motivazioni, atteggiamenti, valori, personalità, stile di vita, che evocano sesso e potere.

I’m not Cinderella, I just love shoes: una mostra che parla di passioni

Ci sono le donne, con le loro passioni e il loro diverso modo di raccontarsi, tra le 40 paia di scarpe esposte nella mostra I’m not Cinderella, I just love shoes (dal 16 novembre 2018 al 17 marzo 2019) al quarto piano dello splendido Departement Store T Fondaco dei Tedeschi di Venezia (DFS Italia), un mix tra storia e lusso, creatività e tradizione, artigianalità e sogno.

In una scenografia che ha lo stesso colore delle scatole da scarpe, c’è una lunga sequenza di ante di armadio chiuse. Solo ai quattro angoli della sala le ante sono aperte, svelando il contenuto. Ci sono abiti, borse, molte scatole, e qualche oggetto: tutto bianco.  Dal bianco (colore della consapevolezza e dell’illuminazione psichica) emergono come guizzi emotivi i colori dei fantastici modelli di Christian Dior, Givenchy, Emilio Pucci, Fendi, Nicholas Kirkwood, Kenzo, Loewe provenienti dal Museo della Calzatura di Villa Foscarini Rossi e prodotti dal calzaturificio Rossimoda  sinonimo di eccellenza nella produzione delle calzature di lusso (appartenente oggi al Fashion Group LVMH). Le scarpe sono a terra, sulle scatole, o dentro l’armadio: pronte per essere indossate da donne che vogliono esprimere la propria unicità.

La mostra I’m not Cinderella, I just love shoes – Credits ©Museo della Calzatura di Villa Foscarini Rossi per T Fondaco dei Tedeschi by DFS

I profili psicologici sui quali è organizzata la mostra

Come consulente di psicologia della moda ho delineato per la mostra 4 profili psicologici di donne che amano i tacchi: Eleganza equilibrata, Ambizione grintosa, Successo estetico, Creatività audace.

Le scarpe sono state scelte per raccontare questi profili e svelano diverse rappresentazioni “da palcoscenico” del sé.

Scegliere una scarpa è scegliere di raccontare qualcosa di se stesse. Ogni donna con abiti e tacchi mette in scena motivazioni, identità, valori, atteggiamenti, personalità, stili di vita, che si intrecciano tra loro creando infinite possibilità di espressione.

Il rapporto con le scarpe è intessuto da corde profonde che muovono dal nostro inconscio. Le scarpe sono come un transfert che attualizza sentimenti, emozioni, cognizioni: costituiscono un linguaggio che fa parlare l’inconscio e lo trasforma in un manifesto da indossare.

Ogni donna è una storia a sé, e ogni storia parla attraverso la moda. Ognuna di noi può decidere come creare l’opera d’arte del proprio sé. Come diceva Christian Dior, “l’eleganza parte da dentro”.

Tacchi alti e psiche: la mostra I’m not Cinderella, I just love shoes come viaggio nell’inconscio

Per come è stata strutturata, la mostra I’m not Cinderella, I just love shoes, può  essere vissuta come un viaggio nell’inconscio. Ci si può rispecchiare in un profilo, o solo in un suo aspetto. O immaginare il proprio diverso e originale rapporto con i tacchi alti, aprendo idealmente un armadio chiuso e componendo il proprio quadro di insieme.

Le scarpe sono un linguaggio che collega corpo e psiche, esterno e interno, individuo e gruppo. Iniziamo il viaggio percorrendo la mostra in senso orario.

Ambizione grintosa

Parole chiave: Dominante, Ambiziosa, Competitiva, Individualista, Esibizionista, Aggressiva, Imprevedibile

Per lei i tacchi sono come un’arma: sono un modo per affermarsi e dominare.  Sceglie le scarpe per comunicare con chiarezza il suo ruolo di potere. Le ama eccessive e trasgressive per dare un tocco di unicità e aggressività al look. Predilige tacchi altissimi e a stiletto.

La sua identità è centrata sui ruoli di potere che ricopre. Predilige capi che si fanno notare per originalità e grinta, e non è influenzata dal parere degli altri. Vuol essere notata, guardata e copiata, senza paura di eccedere.

Ambiziosa, di forte volontà, competitiva, grintosa, con impulsi forti. Impaziente di fronte ad ostacoli e ritardi. Ama i ruoli di leader e di controllo e cerca di far valere la sua influenza sugli altri. Non tiene in molta considerazione le convenzioni sociali. Le piace essere imprevedibile e mutare.

Successo Estetico

Parole chiave: Modaiola, Esteta, Sociale, Positiva, Affermata, Curiosa, Edonista.

Per lei le scarpe sono un’espressione di successo e di competizione sessuale. Ama i tacchi che la fanno sentire più sicura. La bellezza delle scarpe è per lei una esperienza emozionale, ed è fonte di energia.

La sua identità è legata all’appartenenza ad un gruppo vincente e di successo. Il suo stile di vita è incentrato sull’estetica e il senso del bello. L’eleganza è il suo obiettivo.

Nella moda sceglie ciò che è di tendenza per sentirsi appartenente ad un gruppo esclusivo.

Ha un atteggiamento positivo verso la vita e ampi interessi. È intraprendente, e orientata alla realizzazione. Ama la vita sociale nella quale si sente a suo agio. Ricettiva alle stimolazioni estetiche, ricerca nuove esperienze, rifuggendo dalla routine.

La mostra I’m not Cinderella, I just love shoes – Credits ©Museo della Calzatura di Villa Foscarini Rossi per T Fondaco dei Tedeschi by DFS

Eleganza equilibrata

Parole chiave: Controllata, Ordinata, Elegante, Misurata, Equilibrata, Sobria, Perseverante, Esigente.

Per lei le scarpe sono espressione di eleganza e di misura. Non ama le scarpe che si fanno troppo notare. Non indossa tacchi troppo alti, né modelli trasgressivi, e predilige uno stile pulito che comunica stabilità e equilibrio. Indossa con costanza modelli comodi, ricercati nella fattura e con molta attenzione ai particolari.

La sua identità è centrata sull’appartenenza e sull’identificazione con i valori del suo gruppo. La moda l’aiuta a comunicare l’adesione a questi valori, attraverso uno stile semplice, curato e di pregio.

Predilige ciò che è abbastanza sobrio e durevole, e sceglie abiti e accessori per non farsi notare ed essere come gli altri. Trova eccessive le tendenze modaiole, e cerca un proprio stile nel comfort e nella semplicità.

Equilibrata, razionale, misurata, non ama mettersi in mostra. Predilige ciò che è nitido, pulito, preciso, semplice. Dà molta importanza all’organizzazione e alla pianificazione delle attività. Predilige la continuità e la fedeltà a brand di qualità.

Creatività audace

Parole chiave: Indipendente, Libera, Curiosa, Creativa, Attiva, Audace, Eclettica.

Per lei le scarpe sono un modo per esprimere la sua unicità e attrarre l’attenzione degli altri. Le piacciono i modelli innovativi, estrosi, audaci ed eccessivi che solo pochi possono indossare e che le permettono di essere notata

La sua identità è centrata sugli aspetti unici del sé che la rendono diversa dagli altri e originale.

Predilige capi eccentrici e all’avanguardia per farsi notare ed essere in anticipo sugli altri. La sua voglia di essere creativa la porta a innovare il modo di abbinare i capi o di indossarli creando una antimoda.

È indipendente, autonoma e libera, non ama le restrizioni né le imposizioni, e spesso agisce d’impulso, sfidando le convenzioni. È incuriosita da tutto ciò che è creativo, e attratta dall’esplorazione di ciò che è nuovo. Le piace destare impressione e essere osservata.

Tacchi alti come identità: la realizzazione dei sogni

Cerchi nuove idee per comunicare con i tacchi alti la tua identità? Vorresti uscire dalla mostra con un nuovo paio di favolose scarpe, o almeno con una nuova idea, o un nuovo desiderio? I creativi di T Fondaco dei Tedeschi hanno pensato di creare un legame (rappresentato da una traccia bianca) tra i 4 profili psicologici della mostra e le scarpe esposte al terzo piano del Departement Store. Scarpe che si possono non solo sognare, ma anche toccare e indossare! Ed ecco come attualizzare emozioni e desideri inconsci evocati dalla mostra: con un favoloso paio di tacchi alti, per camminare sul palcoscenico della nostra vita!

Una mostra da non perdere! E una esperienza di acquisto da gustarsi in un ambiente unico e esclusivo.

Puoi leggere qui alcuni  degli articoli che parlano della mostra su Io Donna, Tu Style, La Repubblica

Guarda la gallery con alcune foto delle scarpe divise per profilo su Quotidiano.net

L’inaugurazione della mostra. Da destra : Andreina Forieri Cultural Event Manager DFS Italia – LVMH Group; Paola Pizza, Psicologa della moda; Susanna Pinucci, Senior Account Manager Cohn & Wolfe. Davanti: Annalisa Misceo, giornalista IoDonna
Evento Psicologia delle scarpe. Dimmi che scarpe indossi e ti dirò chi sei
Share
By Paola Pizza, 18 Novembre 2018
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

about paola
Paola Pizza

Ciao, sono Paola Pizza,
psicologa della moda.
Nel lavoro ho unito due grandi passioni: la psicologia e la moda.
Iniziamo insieme un viaggio tra i significati profondi della moda.

Continua a leggere...