Share
" />
Back to home
in Psicoarmadio

Psicoconsigli sul riordino dell’armadio

  • 5 Giugno 2018
  • By Paola Pizza
  • 0 Comments
Psicoconsigli sul riordino dell’armadio

Come vivi il riordino dell’armadio? Affronti con allegria questo momento di cambiamento, lo consideri una incombenza tediosa, o cerchi di fuggire, rimandando all’infinito? Il cambio di stagione è uno dei momenti nel quale ci ripromettiamo di mettere ordine nel guardaroba, decidendo cosa tenere, cosa eliminare e cosa aggiungere. Non sempre però dalle intenzioni si passa ai fatti.

Ecco 10 psicoconsigli per affrontare con piglio sicuro il riordino dell’armadio.

Il riordino dell’armadio: parti da qui

  1. Riordinare l’armadio è come mettere ordine dentro di noi. Fai luce su di te e sulla tua identità: sei soddisfatta di te? Come vorresti essere?

2. Affronta con atteggiamento dinamico la tua immagine. Il cambio dell’armadio è anche un momento per fare pulizia dentro e fuori di noi. Elimina con decisione i capi che non ti rappresentano più. Fai spazio a nuovi capi e a nuovi abbinamenti.

Riordinare l’armadio: l’ordine è armonia

3. Ricorda che il disordine crea tensione e disagio. Minimizzalo più che puoi. Usa scatole e contenitori colorati per riporre i capi, e segui un ordine.

4. Guardare un armadio caotico e disordinato è stressante. Crea un effetto armonico nel tuo armadio, disponendo i capi per modello o gradazione di colore, in modo che sia bello e piacevole da vedere.

5. Se non riesci a decidere cosa tenere e cosa eliminare, e conservi abiti e accessori che non metti più da molto tempo, chiediti quali sono le emozioni collegate a quei capi. A volte teniamo gli oggetti per tamponare un dolore o per riempire un vuoto. Tieni solo i capi che ti rendono felice nel qui ed ora.

6. Se conservi abiti e accessori come ricordi di momenti passati, trasformando il tuo armadio nell’archivio della tua vita, prova a fotografarli e ad appendere le foto in un pannello dietro un’anta dell’armadio. Così puoi mantenere il ricordo e nello stesso tempo liberare spazio per abiti nuovi che guardano al futuro.

Riordinare l’armadio come progetto di cambiamento

7. Riordinare l’armadio può essere un momento creativo e energizzante, se usi il tuo Io Creativo per realizzare nuovi abbinamenti tra i capi che possiedi o nuovi accostamenti di colore. È il momento giusto per cercare un nuovo accessorio che dia un tocco particolare e innovativo agli abiti, e aggiunga valore alla tua immagine.

8. Usa i colori per rendere più allegro e positivo il tuo armadio. Come diceva Jung, “con i colori si esprime il sentimento”. C’è una stretta connessione tra colori e vita psichica. Usa i colori per dare intensità a ciò che comunichi di te. La scelta dei colori non è solo relativa al “vedere” e alla sensibilità percettiva, ma anche al “sentire” e alla ricettività emotiva.

9. Il guardaroba è uno spazio di privacy nel quale il Sé Privato incontra il Sé Pubblico. È il luogo dove decidiamo come presentarci agli altri e cosa svelare e cosa nascondere di noi. Investi del tempo per riordinarlo e renderlo più in sintonia con la tua immagine. In questo modo ti sarà più facile comunicare con coerenza ed efficacia la tua identità agli altri.

10. Il tuo armadio è il contenitore della tua narrazione identitaria, e contiene, ordina e protegge i tuoi diversi sé. Dedicargli del tempo è come dedicare tempo a noi stessi e alla nostra identità.

Un test sul tuo rapporto con l’armadio

Com’è il tuo rapporto con l’armadio? Clicca qui per fare il Test Psicoarmadio e scoprire cosa racconta di te il tuo guardaroba.

I 10 Psicoconsigli sul riordino dell’armadio sono stati pubblicati su LaNazione.it dell’ 8 giugno 1018  Clicca qui per leggere l’articolo.

La mia intervista sullo stress da cambio dell’armadio

Vuoi ascoltare la mia intervista sullo Stress da cambio dell’armadio a Radio Cusano Campus (trovi la mia intervista sul timer dal minuto 1.20 dopo una gag sul cambio dell’armadio)? L’intervista è andata in onda il 21-11-2018 alle h 10.50 nella trasmissione Tutto in famiglia. Società economia e consumi di Livia Ventimiglia e Annalisa Colavito.

Share
By Paola Pizza, 5 Giugno 2018
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

about paola
Paola Pizza

Ciao, sono Paola Pizza,
psicologa della moda.
Nel lavoro ho unito due grandi passioni: la psicologia e la moda.
Iniziamo insieme un viaggio tra i significati profondi della moda.

Continua a leggere...