Share
" />
Back to home
in psicologia dei colori

Profumi e colori

  • 15 Ottobre 2021
  • By Paola Pizza
  • 0 Comments
Profumi e colori

C’è una relazione tra profumi e colori degli abiti e degli accessori? Possiamo creare un legame tra il significato archetipico di un colore e il linguaggio olfattivo? Il colore di un abito può intensificare la percezione delle note olfattive di un profumo?

Le ricerche sulla relazione tra profumi e colori

Diverse ricerche dimostrano che il profumo di una sostanza aumenta di intensità se è colorata rispetto a quando è incolore e che la percezione dell’aroma è influenzata dal colore (ne parla nel suo libro, Il seduttore segreto lo psicologo olandese Vroon).  

Questo fenomeno si verifica anche quando si inseriscono colori dissonanti rispetto al contenuto. Se, ad esempio, un succo di ciliegia viene colorato di arancione, c’è una buona probabilità che venga percepito l’odore dell’arancia. Nei succhi con più frutti si percepisce con più chiarezza la nota olfattiva del frutto che, nella nostra mente, è associato al colore.

Le spiegazioni sono varie:

  • probabilmente il colore fa percepire anticipatamente l’aroma
  • si tende ad associare ad un odore buono o cattivo un colore bello o brutto
  • può dipendere dal condizionamento delle esperienze accumulate in memoria
  • è possibile anche che si formino dei collegamenti sinaptici tra i sistemi che codificano gli odori e i colori (anche se il rinencefalo è distante dal sistema visivo) così come avviene nei bambini che sono incapaci di distinguere le diverse informazioni sensoriali e le accumulano insieme (sinestesia). Questa contaminazione sensoriale fa sentire un colore e vedere una musica. Con un effetto sinestetico è possibile che un colore faccia immaginare un profumo, o un profumo un colore.

 Profumi e colori degli abiti

Il significato simbolico dei colori di abiti e accessori che indossiamo può essere aumentato da un profumo che ne esalta le caratteristiche, o diminuito da uno che le contrasta.

Un profumo caldo e intenso può aumentare la passione del rosso. Un profumo dolce può diminuire l’effetto aggressivo di un total look in pelle nera.

Il colore delle confezioni

Il colore della confezione di un profumo influisce sulla percezione del profumo? Noi vediamo e sentiamo i colori, attraverso la percezione e la risonanza emozionale. Il colore stimola le emozioni e le fa vibrare. Come abbiamo visto, un colore fa nascere aspettative sul profumo e stimola emozioni da associare al profumo.

Così il Rosso fuoco delle boccette di Narciso (Narciso Rodriguez), La Belle (Jean Paul Gaultier), SI Passione (Giorgio Armani) o Hypnotic Poison (Dior), aumenta e rinforza il significato sensuale, grintoso e trasgressivo del profumo

Il giallo del flacone di Gucci Bloom, comunica brillantezza, allegria, ambizione, ottimismo e sogni di cambiamento.

Il blu di quello dell’acqua di Parma Blu Mediterraneo esprime accoglienza, amicizia, calma, serenità.

Il verde dei flaconi di Chance (Chanel), Eau de cèdre (Armani), o Mémoire d’une odeur (Gucci) fa pensare al desiderio di rinnovamento e rinascita

Il nero delle boccette di Back Opium (Yves Saint Laurent), Man in black (Bulgari) o  Noir Absolu (Valentino) simboleggia il mistero e l’inconscio, la forza, l’intransigenza e la ribellione.

L’arcobaleno delle confezioni di Fierce (Abercrombie & Fitch), Omnia (Bulgari) o Missoni, fa pensare all’allegria, all’esuberanza, alla gioia e alla libertà di esprimere le emozioni e il proprio vero sé.

Il linguaggio di colori e profumi. L’importanza del contesto

Come ogni linguaggio, anche quello dei profumi e colori va visto in un contesto. La percezione della gradevolezza o sgradevolezza di un odore è influenzata dal contesto in cui lo si percepisce. È  diverso, ad esempio, sentire un profumo caldo e intenso durante una serata con il partner o la partner, o sentirlo di primo mattino davanti al banco del pesce.

Inoltre, se troviamo deliziosi un profumo o un colore indossati da una persona che amiamo o che stimiamo, molto probabilmente la sensazione sarà meno piacevole nel caso che a indossarlo sia una persona che non sopportiamo. Ciò dipende, in gran parte, dall’errore di attribuzione, una distorsione cognitiva in base alla quale tendiamo ad attribuire caratteristiche positive a noi stessi (e al nostro gruppo) e caratteristiche negative agli altri.

Ricordiamoci sempre, infine, che la percezione di un profumo può cambiare da persona a persona in base alla memoria olfattiva (Per saperne di più leggi il post Psicologia del profumo)

Ho parlato del rapporto tra profumi e colori su Vogue.it. Clicca qui per leggere l’articolo “Da Black Opium a Bleau di Chanel: ecco perché (e come) scegliere un profumo in base al colore”, del 24 novembre 2021

Vuoi fare un corso per scoprire tutto sulla Psicologia del profumo e sulla sua storia? Clicca qui per vedere il programma

Share
By Paola Pizza, 15 Ottobre 2021
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

about paola
Paola Pizza

Ciao, sono Paola Pizza,
psicologa della moda.
Nel lavoro ho unito due grandi passioni: la psicologia e la moda.
Iniziamo insieme un viaggio tra i significati profondi della moda.

Continua a leggere...






Vuoi comparire in questo spazio pubblicitario?
Contattami