Trump vs Obama – cosa comunicano gli abiti

Trump vs Obama. Cosa comunicano gli abiti di Donald e Melania e di Barack e Michelle?

Se guardiamo le foto delle cerimonie di investitura e quelle dei due balli di inaugurazione,  possiamo vedere due stili identitari che si affrontano. Al di là delle evidenti differenze di comportamento, opinioni e valori,  emergono dissonanze anche nell’abbigliamento e nella comunicazione non verbale delle due coppie.

 

Trump vs Obama - cosa comunicano gli abiti

Trump vs Obama – cosa comunicano gli abiti

Trump vs Obama – cosa ha comunicato il look degli Obama

Da una parte della foto ci sono gli Obama, che camminano disinvolti  tenendosi per mano, con uno stile empatico e orientato agli altri.

Lui cappotto abbottonato che scivola, abiti aderenti che mostrano il corpo scattante, sciarpa bordeaux che rende più particolare e giovane il look. Dice al mondo sono giovane, forte, determinato, unico e pieno di energia.

Lei con il soprabito e l’abito di Isabelle Toledo, dai colori sgargianti e il tessuto particolare, che dice al mondo sono una donna autonoma, sicura e forte, sarò al fianco di Barack e contribuirò con energia al suo progetto.  Il colore giallo è l’archetipo  della luce e dell’espressione del sé,  comunica attività, spontaneità, ambizione e desiderio di liberarsi dagli ostacoli.

La loro comunicazione non verbale è potente: siamo una coppia, siamo forti, positivi e aperti agli altri.

Al ballo inaugurale ballavano guardandosi negli occhi, come una coppia innamorata e felice. Lui elegantissimo in smoking, lei con un abito romantico di Jason Wu con fiori in organza e cristalli, che faceva pensare a una sposa.

Esprimevano disinvoltura, calore, felicità.

Trump vs Obama - Il ballo inaugurale

Trump vs Obama – Il ballo inaugurale

Il look di Obama durante la presidenza è stato elegante, impeccabile e contemporaneo; abiti  scuri (grigio e blu scuro) tagliati su misura (Canali, Brioni e Ermenegildo Zegna tra i preferiti), che accompagnano alla perfezione il suo corpo asciutto, con forme nitide e pulite. Cravatte blu, azzurre, bordeaux, perfettamente annodate e usate solo quando servono. Camicie bianche inamidate (Brook Brothers) spesso usate da sole, talvolta con le maniche arrotolate per comunicare vicinanza e fattività. Stile casual e disinvolto (ma sempre stiloso) nelle occasioni informali. Uno stile glamour e contemporaneo (consigliato da Michelle, come lui stesso ha ammesso) che comunica modernità, grinta, energia ma anche vicinanza.

Il look di Michelle ha cambiato lo stile della Casa Bianca: niente colori pastello o tailleurs formali, ma abiti dai colori brillanti e decisi, fantasie geometriche o floreali che hanno espresso un ruolo autonomo e indipendente, una personalità forte e decisa. Bianco, nero, turchese, rosa  geranio, giallo, tinte squillanti e attive. Ha portato i colori sgargianti e la disinvoltura, al potere.

Le parole chiave che hanno definito il suo look  sono:  unicità, personalità, stile individuale e autonomia. Il suo look deciso esprime una forte identità personale e una autorevolezza che l’ha resa più popolare del marito. Icona glamour di stile e tendenza, ha affermato il potere della sua personalità ed è stata osservata, copiata, emulata, perché è vincente e nello stesso tempo vicina e raggiungibile.

Per saperne di più sullo stile di Michelle leggi il post Look del potere delle donne di successo

Guarda il video di D Repubblica se vuoi sbirciare nell’armadio di Michelle!

 

 

Trump vs Obama – cosa comunica il look dei Trump

Dall’altra parte della foto i Trump. Donald con lo sguardo compiaciuto, concentrato sul sé, che sembra dire guardatemi,  e Melania che nelle foto ufficiali sembra sempre un passo indietro al marito. Non sorridono quando pensano di non essere ripresi ed esprimono tensione e chiusura.

Lui con il cappotto oversize aperto e sventolante, l’ampia giacca sbottonata e la lunghissima e larga cravatta rossa, che penzola davanti ai pantaloni, per non dire niente dell’alto ciuffo che troneggia sulla testa.  Tutto nel suo look è eccessivamente grande, largo, lungo o alto. Comunica un’alta considerazione di sé e un desiderio di potere e di controllo. Si aspetta di essere guardato e ammirato per la sua potenza. La lunga cravatta è un simbolo fallico.

Lei con un abito celeste pastello che ricorda i tailleurs di Jackie Kennedy e le scarpe in tinta con il tacco altissimo. Ha uno stile molto femminile, rafforzato dal contenuto materno del colore celeste,  nostalgico, misterioso e accogliente, fedele e dolce. Colore del legame e della fusione. La sua comunicazione non verbale esprime tensione.

La comunicazione non verbale di Melania e Donald Trump

La comunicazione non verbale di Melania e Donald Trump

Al ballo inaugurale sembrano a disagio. Il ballo appare come la dichiarazione di potere sessuale di un uomo che mostra la sua preda. Ammicca agli altri certo di essere guardato e invidiato.

Lui con smoking molto ampio. Lei in un abito fasciante di Hervè Pierre, in crepe di seta vaniglia, sexy,  con un ampio spacco  e le spalle nude. I tacchi altissimi e una sottile cintura rossa a segnare la vita.

Mette in mostra il corpo ed enfatizza con linee pulite la sua sensualità.

Il bianco vaniglia esprime il dualismo psichico, la sintesi dei contrari riunificati nel sé e accentua la luminosità. Colore simbolico del femminile che esprime purezza e inizio, appena mitigato dall’energia e dalla passione del rosso nella sottile cintura. Si dice che sia stato lo stilista ad insistere per questa nota di colore, mentre lei avrebbe preferito un nastro bianco.

La loro comunicazione non verbale fa pensare al narcisismo e al potere dell’uno e alla dipendenza dell’altro. In queste prime uscite esprimono formalità, distacco, disagio e tensione.

Ma vediamo il seguito. Magari Melania ci stupirà, e userà la moda, che conosce, per comunicare un ruolo diverso da quello di moglie in secondo piano.

 

 

 

3 thoughts on “Trump vs Obama – cosa comunicano gli abiti”

  1. gabriella Speranza ha detto:

    Decisamente femminista e piuttosto grintosa nonostante i miei quasi 70 anni, devo dire che Trump, solo a guardarlo, mi dà profondamente fastidio,con le sue battute di bassa lega,e l’arroganza che lo contraddistingue. Non mi piace nemmeno la moglie,che sembra un manichino.
    Speriamo piuttosto che politicamente non ne nascano troppi guai….ma purtroppo già i suoi inizi sono stati ,dal mio punto di vista, pessimi.

    1. Paola Pizza ha detto:

      E del look cosa ne pensi?

  2. GabriellaM ha detto:

    Gli abiti di Michelle a volte erano troppo vistosi per i miei gusti ,ma con il suo sorriso faceva apparire tutto più simpatico.Di Obama niente da dire al contrario di Trump che mi lascia indifferente ,il suo abbigliamento non crea certamente emozioni.Melania è certamente elegante ma è troppo seriosa speriamo in futuro impari a sorridere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *