Tendenze donna 2015

 L’interpretazione psicologica delle principali tendenze moda primavera-estate 2015.

Dimmi che tendenze segui e ti dirò chi sei.

Ecco come contribuiscono a definire la tua identità le tendenze moda primavera estate 2015, con cascate di frange, tripudio di fiori, infinite righe, e assoluto bianco e nero.

 

Frange interpretazione psicologica

Psico tendenze: le frange

Svolazzano ammiccanti da giacche, gonne, abiti, scarpe borse. Le abbiamo viste nelle collezioni di Chanel, di Armani (splendida la gonna sfumature perla ed ecrù), di Salvatore Ferragamo, di Alberta Ferretti, di Etro e di  molti altri ancora. Con il loro movimento continuo, ipnotizzano l’osservatore e attraggono lo sguardo. Indossatele se volete dare un’immagine di voi  (sé ideale) dinamica, determinata e armoniosa. Comunicano slancio e armonia, come in una danza. Contribuiscono a definire la vostra identità rendendovi particolari e uniche e mettendovi al centro dell’attenzione. Con le frange indosso potrete giocare con la sessualità, e nascondere e svelare intrigando gli altri con un “erotismo pudico”.

 

Fiori interpretazione psicologica

Psico tendenze: i fiori

Celebrati da Chanel (haute couture) che ha ornato i suoi abiti con applicazioni di camelie in organza, pvc e cristalli e li ha fatti sfilare in un giardino incantato di fiori tropicali origami, li troviamo anche da Valentino, da Missoni, da Alexander McQueen (con la gonna a effetto petalo e il corsetto fetish), da Blumarine (con la gonna in velo con fiori e foglie azzurri in rilievo), da Ungaro e da altri ancora. Indossateli se volete dare di voi un’immagine romantica e sensuale. L’effetto sinestetico di alcune fantasie con i fiori evoca sensazioni che uniscono alla vista l’olfatto facendoci percepire il profumo dei fiori: queste due sfere sensoriali contribuiscono a comunicare un senso di freschezza. I fiori  stampati, ricamati, applicati, evidenziano gli aspetti sociali della vostra identità: l’apertura verso gli altri e la positività. Il fiorire della primavera è una rinascita che porta nuove idee e nuove emozioni, sceglieteli se volete aprirvi ai sentimenti e all’affettività.

 

Righe interpretazione psicologica

Psico tendenze: le righe

Una rigorosa espressione di sé, comunicata da infinite righe per lo più orizzontali, ammorbidite dal colore e dagli effetti ottici che creano illusioni. Prima di tutto la buona notizia, le righe orizzontali, come ha dimostrato la ricerca sulla percezione condotta dallo psicologo inglese Peter Thompson, non ingrossano! L’illusione ottica creata dalle righe orizzontali di un abito fa percepire le persone che lo indossano del 6% più magre rispetto a quelle che indossano righe verticali. Il motivo è che danno una maggiore tridimensionalità all’immagine, creando un effetto profondità in grado di ridurre la percezione della larghezza. Le righe contribuiscono a definire l’identità personale suggerendo ruoli rigorosi e orientati alla meta. Comunicano razionalità e determinazione, ordine e precisione. Indossatele se volete dare una immagine di voi lineare e ferma.Trovate le righe in molte collezioni, dalla maxi maglia lucente di Hermes, a quelle effetto lollipop di Laura Biagiotti, fino alle rosse e blu di Marni , ipnotiche e orizzontali.

 

Psico tendenze bianco e nero

Psico tendenze: bianco e nero

 

Gli opposti che si attraggono. Il bianco candido dell’apertura al nuovo, dell’ingenuità, della purezza, e il nero profondo del controllo, della suscettibilità, dell’autocentratura. Tenebra e luce insieme creano mistero e curiosità, ma anche pienezza dell’esperienza.

Il bianco, archetipo della luce, è simbolo di consapevolezza di sé, di realizzazione e di un nuovo inizio. Chi lo indossa esprime voglia di libertà, di trasparenza, di leggerezza e anche di crescita interiore. Lo troviamo in molte collezioni: da Hermes, Louis Vuitton, Issey Miyake, Philipp Plein e altre ancora.

Il nero, archetipo delle tenebre, è simbolo di difesa e di rimozione degli affetti. La sua preferenza esprime intransigenza, protesta, aggressività.

Mischiati insieme sono l’archetipo dell’assoluto ed esprimono completezza, perfezione e indipendenza. Li troviamo da Max Mara, da Moon Young Hee, da Christian Dior.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *