La tua immagine è nelle tue mani

La tua immagine è nelle tue mani. Sei consapevole che solo tu sei responsabile dei risultati che ottieni? Cosa fai per potenziare la tua immagine?
È il momento di rimettersi in gioco e cambiare l’atteggiamento mentale verso il proprio corpo e il proprio look.
Ti propongo di trovare la migliore versione di te, facendo un piano di miglioramento che coinvolga sia la tua immagine che la tua psiche. È necessario infatti lavorare sia sull’esterno che sull’interno, per ottenere cambiamenti soddisfacenti e duraturi. La bellezza nasce da dentro, e la sola apparenza non è sufficiente per  star bene.

Ognuno di noi può migliorare. Tutti abbiamo dentro di noi qualcosa di unico e speciale, ma non tutti ne sono consapevoli o riescono ad esprimerlo con gli abiti e gli accessori. Tu conosci il tuo potenziale? Sai esprimerlo attraverso il tuo look? Provi soddisfazione per ciò che comunichi di te con la moda? Scopri gli esercizi da fare per favorire un atteggiamento mentale dinamico e trovare la migliore immagine di te.

Potenzia la tua immagine: trova la migliore versione di te

Vuoi capire se anche tu hai bisogno di riprendere la tua immagine nelle tue mani e trovare la migliore versione di te? Clicca qui per rispondere ad un veloce test.
Dolersi del proprio aspetto non migliora la nostra esistenza, né la nostra autostima. Assolutamente da evitare è passare il tempo a lamentarsi del proprio corpo, indulgere a giudicare se stessi e gli altri o criticare ogni cosa. Chi lo fa, anziché analizzare la realtà e trovare soluzioni valide, finisce per scaricare le colpe su fattori esterni, rendendo la situazione immutabile. È un modo per non mettersi in gioco e rifuggire dal cambiamento, senza mai fare niente di concreto.

Come ti poni nei confronti dei problemi che riguardano il tuo look? A volte mattiamo in atto dei tentativi di soluzione dei problemi di immagine che anziché migliorare, complicano il problema, rendendoci nello stesso tempo sfiduciate sulle possibilità di un reale cambiamento.
Sappi che (come sostengono gli psicologi della scuola di Palo Alto), “una tentata soluzione che non funziona, se reiterata, non solo non risolve il problema, ma lo crea” (Watzlawich e altri, 1974). Le soluzioni sbagliate spesso diventano il problema!
Come diceva il filosofo Epitetto “non sono le cose in sé che ci preoccupano, ma l’opinione che noi abbiamo di esse”.

La filosofia delle zero scuse: esci dalla tua zona di comfort e di abitudine e trova la migliore versione di te

Lamentarsi del proprio aspetto, dei chili di troppo, del proprio corpo e del proprio stile, facendo la parte della vittima che non può far niente per cambiare, non serve a niente. Ad alcune “piangersi addosso” dà un apparente sollievo nell’immediato e, paradossalmente, le fa sentire più sicure comportarsi nel modo inadeguato, ma sperimentato e noto, piuttosto che rischiare un cambiamento. Preferiscono rimanere in una zona di comfort conosciuta e sperimentata, anche se insoddisfacente. In questo modo i problemi si autoalimentano, aumentando il malessere, l’insicurezza e l’infelicità. Così, ad esempio, ci sono persone insoddisfatte dei loro capelli, che però continuano ad acconciarli come sempre, pur lamentandosene. Altre che si sentono anonime e senza personalità che continuano a vestirsi con abiti minimalisti e senza colore. O che si sentono sovrappeso e si ingabbiano in abiti enormi che le fanno sentire ancora più goffe.

È il momento di rimettersi in gioco

È il momento di rimettersi in gioco e cambiare l’atteggiamento mentale verso il proprio corpo e il proprio look. Fai piazza pulita dell’atteggiamento mentale statico. Fai crescere un atteggiamento dinamico e proattivo e prova a migliorare la tua immagine.
Un atteggiamento mentale statico conduce a uno stile di pensiero giudicante e ripetitivo, che influenza l’interpretazione degli eventi non facendo vedere vie di uscita, né alternative. Produce disagio, insoddisfazione e paura del cambiamento.
Un atteggiamento mentale dinamico, invece, è orientato al cambiamento, porta a vedere soluzioni e alternative, e ricava energie dalla creatività, producendo armonia e benessere.
Basta con le scuse. I nostri punti di forza e di debolezza e il nostro atteggiamento verso la vita non sono elementi immutabili. Scoprire i propri punti deboli e provare a cambiarli, richiede più energia psichica di quella che occorre per lamentarsi, ma basta volerlo per ottenere grandi risultati. Se vuoi, puoi cambiare. Dipende solo da te. Basta con la pigrizia mentale. Rimetti in moto la tua identità e valorizzala con abiti e accessori, o con un cambio di look. Ti sentirai più sicura di te.

Il percorso per trovare la migliore immagine di te

Ecco il percorso, basato su un atteggiamento mentale dinamico, per trovare la migliore immagine di te.

1.Visualizza l’obiettivo. Scegli la direzione da prendere

Solo se rimetterai in sintonia la tua immagine esterna con quella interna ti sentirai soddisfatta di te e più sicura.
Cambiare è possibile se si ha chiaro dove arrivare e se si ha la costanza e la tenacia per perseguire il cambiamento. Ed è importante dire che l’obiettivo non potrà mai essere la perfezione, o sarai già sconfitta in partenza. Ama le tue imperfezioni, e fanne un punto di forza. Solo così potrai essere unica e speciale.

2. Parti da te. Riprendi la tua immagine nelle tue mani

Se c’è un problema nella tua immagine, cerca la soluzione dentro di te e non solo fuori. Nessuno può dirti come devi vestire, se non hai chiaro chi sei.

3. Fai un piano di cambiamento

Non limitarti a fare quello che hai fatto fino ad ora. Se le soluzioni che hai adottato non sono servite è il momento di cambiare approccio.
Occorre una strategia che parta dalla tua identità, da chi sei (sé reale) e da chi vorresti essere (sé ideale).

4. Accetta te stessa. Vogliti bene

Ricorda che nessun cambiamento potrà realizzarsi se prima di tutto non accetti te stessa. La prima cosa da fare è volersi bene, e accogliere il tuo modo di essere con curiosità e apertura. Sii gentile nei confronti di te stessa e non cercare la perfezione. La perfezione porta rigidità, delusione e intolleranza verso ogni mancanza. Tieniti per mano e procedi verso il cammino di cambiamento.
Noi non siamo soltanto il nostro corpo. Solo chi sa guardarsi dentro può trovare la migliore versione di sé all’esterno.